Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Informativa breve
Questo sito si avvale di Cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa estesa.
Chiudendo questo banner, si acconsente all’uso dei Cookies.

IPnext Blog

Notizie e riflessioni su Internet e sulle tecnologie IP.

Alcune immagini di Plone 4

Oggi è uscita la prima alpha di Plone 4. L'abbiamo subito installata per provarla. Ecco alcuni screenshot della fase di "unboxing" :) : [gallery link="file" columns="2"] Vi manca PIL? Se siete in un VirtualEnv (come dovreste) allora basta fare easy_install http://dist.plone.org/thirdparty/PIL-1.1.6.tar.gz

Azioni sul documento

Firefox compie cinque 5 anni

Cinque anni fa, Dave Hyatt e Blake Ross crearono una versione sperimentale del browser Mozilla, rendendolo più snello e veloce. All'epoca lo chiamarono Phoenix, usando la metafora dell'Araba Fenice che risorge dalle ceneri, ma ora tutti noi lo conosciamo come Mozilla Firefox, l'unico browser Web ad avere messo in discussione lo strapotere di Internet Explorer. Anche se la maggioranza dei navigatori Internet ancora non lo usa, Firefox ha rimesso in moto il processo evolutivo del Web, scuotendo Microsoft dal suo comodo torpore e sprondanola a migliorare (o meglio, sistemare) il suo browser. Le primissime funzionalità che catturarono l'interesse dei power-user del Web furono la navigazione a Tab e il Popup blocker, ormai feature di serie su tutti i browser più popolari. Oggi Firefox ha migliaia di plugin, dalle funzionalità più disparate, che lo rendono uno strumento flessibile e potente per navigare e sviluppare su Internet. Vi segnalo la pagina commemorativa che la Fondazione Mozilla ha messo online per celebrare l'evento.

Azioni sul documento

Cambio di policy causa possibile vulnerabilità in Fedora Core 12

E' stata segnalata una possibile vulnerabilità in Fedora Core 12. Un utente non-superuser può installare un pacchetto software signed, ovvero verificato come integro tramite la chiave crittografica. Il problema: nel caso venga segnalata una vulnerabilità in uno di questi pacchetti, un utente malintenzionato potrebbe installarlo e sfruttarlo per ottenere i privilegi di root. E' comunque possibile disabilitare questa feature, potenzialmente pericolosa negli ambienti enterprise.

Azioni sul documento

Google introduce il linguaggio Go

Google ha introdotto ieri il nuovo linguaggio di programmazione Go, pensato per la velocità, semplicità e l'uso in ambienti multi-core e distribuiti. Tra gli autori di Go spicca Ken Thompson, storico ex-dipendente di Bell Labs e uno degli inventori di Unix. Go è disponibile per il download a questo indirizzo, ma le uniche piattaforme supportate sono per adesso Linux e Mac OSX. Sarà interessante vedere se sarà adottato subito dagli sviluppatori e come si difenderà dai linguaggi più popolari come Perl e Python.

Azioni sul documento